martedì 17 novembre 2015

Liberty tutti!


Assolutamente no, non ho subito il fascino mollaccione del Liberty francese, ormai lo sapete che a me garba la parte austro-anglo-tedesca delle sperimentazioni fine '800. Però come titolo del post ci stava bene!
In questi mesi di silenzio ho avuto un cedimento (parziale) nella mia integerrima lotta al Liberty e qualche "pezzo facile" m'è scappato. Ho cercato di mediare con forme meno ovvie, meno prevedibili rispetto al classico liberty, niente femmine - per carità - o svolazzamenti floreali, solo linee un po' più sinuose del solito e qualcosa di divertente da tagliare.

Ne son venuti fuori un po' di orecchini ed una collana, di cui sono particolarmente soddisfatta forse per il fatto che ha un'aria vagamente teutonica!
Ci sono le foglie, ci sono le linee tonde ma ha poco del liberty francese, non lo posso negare. Il design non è mio, in una raccolta di elementi tipografici ho trovato un separatore di testo che aveva un'aria interessante, ho iniziato a giocherellarci... l'ho ridisegnato, girato, ruotato, ho tolto dei pezzi e li ho rimessi, l'ho duplicato, rigirato e ta-da! Praticamente s'è messo insieme da solo...

Arabesque Liberty Collection | Lauriel | handcut paper necklace

Ha quest'aria molto seria ed il fondo dorato non mi convinceva affatto, sicchè ho optato per un fondo rame, meno esuberante e strillato.

Arabesque Liberty Collection | Lauriel | handcut paper necklace
Con il fondo rame ho realizzato anche un paio di orecchini - già partiti che neanche ho fatto in tempo a finirli - con una silhouette che ho utilizzato per altre due paia di orecchini. La forma esterna è la stessa mentre cambiano sia i disegni interni sia le pietre utilizzate.

Arabesque Liberty Collection | Copper | handcut paper earrings

Il fondo in foglia metallica rame non lo usavo da tantissimo tempo, perchè lo avevo sperimentato anni fa con risultati disastrosi in fatto di ossidazione. Stupidamente avevo la pretesa di usare sulla foglia metallica a base rame, dei protettivi a base acqua... il risultato? ossidazione verde a macchia di muschio in tempo record! Orribile.
Fortunatamente facendosi qualche domanda, rispolveranto due nozioni di chimica e rovistando tra gli scaffali delle botteghe giuste, si trovano i prodotti adatti per evitare sorprese "strane".

Arabesque Liberty Collection | Copper | handcut paper earrings

Lo sfondo di quest'ultimo scatto è in onore alle pozioni alchemiche in cui ci si imbatte quando si lavora con materiali insoliti. E' uno dei trattati di pittura della mia prozia pittrice, classe 1899, preziosissimi quanto interessanti!
Ormai noi siamo abituati a lavorare con materiali stabilizzati, pigmenti sintetici e sospensioni acriliche che non reagiscono tra di loro o in contatto con le superfici, ma se si usano materiali tradizionali, bisogna tener conto di parecchia chimica. Altrimenti le sorprese non tardano ad arrivare!

4 commenti:

  1. Ormai non ho più aggettivi. Mi lasci davvero a bocca aperta, complimenti Elisa! :***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senti chi parla di lasciare le persone a bocca aperta! Da che pulpito!!! ;)
      Sei tu a far smandibolare davanti alla perfezione delle tue poesie di filo, cara mia!
      Love <3

      Elimina
  2. Brava Eli, questi modelli li trovo bellissimi, femminili ma con stile, e il tocco di rame beh ci sta alla grande!
    Ps: ossidazione, come ti capisco XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marty ma sai quanti ne ho buttati prima di capire la stupidata??? All'inzio perfetti... poi dopo uno / due giorni uscivano i mostri!!!
      Della roba tra il verde ed il marrone, tutto opaco e ruvido. Praticamente una muffa metallica!
      :D :D :D

      Elimina